Centri di formazione
Login utenti

ASPP-modulo B ATECO 7 (Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione)

Centro di Formazione Pubblicato da: ANFOS CFT CASORIA
Altre caratteristiche
Attestato Riconosciuto Anfod
Destinatari tutte le figure professionali previste dal D.LGS.81/08
Informazioni Generali
Durata 60 ore
Metodologia
Metodologia In Presenza

Descrizione del corso

Modulo 1 - Valutazione dei rischi
* Obiettivi della valutazione dei rischi
* Analisi dei pericoli e dei rischi: sequenza logica (fase preliminare, identificazione dei fattori di rischio e dei
lavoratori esposti, stima dell'entità di esposizione ai pericoli, stima della gravità e della probabilità degli
effetti, programmazione o messa in atto delle misure di prevenzione)
* Ruolo del Datore di lavoro, dirigenti e preposti
* Elementi per la costruzione di una matrice
* Segnaletica di sicurezza: significato dei colori, misure dei cartelli, tipologia di cartelli
Modulo 2 - Analisi di rischi
Rischi derivanti dall'organizzazione del lavoro
* Ambienti di lavoro
* Microclima
* Illuminazione
* Videoterminali
* Movimentazione manuale dei carichi
Modulo 3 - Analisi dei rischi
Il rischio fisico e biologico
* Rumore
* Vibrazioni Il rischio infortuni
* Rischio meccanico
* Rischio di particolari attrezzature
* Rischio cadute dall'alto
Il rischio chimico in generale
* Gas, vapori, fumi
* Polveri, nebbie
* Liquidi
* Etichettatura
Modulo 4 - Documenti ed emergenze
* Discussione ed analisi delle esercitazioni sulla matrice
* Contenuti del documento di valutazione dei rischi (i criteri adottati, le conclusioni della valutazione,
l'individuazione delle misure di prevenzione e protezione, il programma di attuazione di ulteriori misure
previste per un miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza
* Situazioni critiche che possono dar luogo a situazioni di emergenza
* Il miglioramento continuo
* Test finale di verifica dell'apprendimento
Modulo 5 - Le emergenze
La protezione antincendio
* Misure di protezione passiva
* Vie di esodo, compartimentazioni, di stanziamenti
* Attrezzature ed impianti di estinzione
* Sistemi di allarme
* Segnaletica di sicurezza
* Impianti elettrici di sicurezza
* Illuminazione di sicurezza
Procedure da adottare in caso di evacuazione
* Procedure da adottare quando si scopre un incendio
* procedure da adottare in caso di allarme
* Modalità di evacuazione
* Modalità di chiamata dei servizi di soccorso
* Collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento
* Esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali - operative
* Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento
* presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute. etc.)
Modulo 6 - Gli impianti elettrici
* Cenni di elettrotecnica: legge di Ohm, differenze tra la corrente continua e la corrente alternata, unità di
misure, ecc.;
* Arco elettrico e suoi effetti;
* Effetti sul corpo umano dovuti all'elettricità;
* Criteri generali di sicurezza con riguardo alle caratteristiche dei componenti elettrici, cosa è il grado di
protezione IPxx, i principali tipi di interruttori;
* Come mantenere efficienti e sicuri gli impianti, verifiche elettriche, DM462/01, ecc.;
Quali documenti sono necessari a corredo degli impianti elettrici, Dichiarazione di Conformità, quando è
necessari il progetto, DM37/08, ecc
Modulo 7 - Rischio chimico
Classificazione delle materie prime
* Contenuti della scheda di sicurezza, responsabilità
* Sostanze emesse durante le attività lavorative
* Sostanze per le quali sono vietate produzione, lavorazione e impiego Modulo 8 - MoVaRisch e CLP
Titolo IX 81/08/ Obblighi del datore di lavoro
Valutazione del rischio chimico
* Lettura ed analisi della scheda di sicurezza
* Concetto di rischio basso ed irrilevante
* Metodologia di raccolta dati
* La valutazione senza misure
* Esercitazioni sulla valutazione del rischio chimico
* CLP
Modulo 9 - Rischio biologico
* infettività, patogenicità, trasmissibilità, neutralizzabilità
* orientamenti per la valutazione del rischio
* metodi per la stima del rischio
* indicazioni per la sorveglianza sanitaria
* dispositivi di protezione collettiva
* gestione del rischio residuo: scelta del dispositivo di protezione individuale
Modulo 10 - Approfondimenti sul DVR e la gestione della sicurezza
* Costruzione di matrici specifiche relative alle fasi lavorative dell'impresa e l'uso di macchinari/attrezzature
* Come monitorare, gestire la sicurezza in una realtà lavorativa e il Servizio di Prevenzione e Protezione.
Valutare i risultati della misurazione di sicurezza attivate e definire le azioni conseguenti
* Valutazione dei rischi per mansione dei Lavoratori
* Come avviene l'ispezione dell'ASL, che cosa chiedono gli ispettori durante il sopralluogo
Modulo 11 - Esercitazione: Matrici per elaborazione di un DVR
* Analisi di casi reali, attraverso l'utilizzo di software applicativi.
* La redazione del documento
* Gli allegati alla valutazione di rischi: la manutenzione e i moduli di gestione del documento
* Il programma di miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza
* Esercitazione: elaborazione di un DVR, confronto col formatore
Modulo 12 - Movimentazione manuale e meccanica dei carichi
Movimentazione meccanica dei carichi - macchine e attrezzature
* imbracatura dei carichi, sollevamento e movimentazione
* valutazione dei rischi delle macchine secondo la norma UNI EN
* pericoli delle macchine (meccanici e non) secondo la norma UNI EN
* protezioni delle macchine secondo la norma UNI EN 294 e UNI EN
* il registro delle manutenzioni periodiche secondo le linee guida ISPESL
* infortuni, sicurezza e manutenzione
* concetto di efficienza, efficacia, economicità
Movimentazione manuale dei carichi (MMC)
* Procedure, modelli e criteri di valutazione del rischio connesso alla MMC
* Modello raccomandato per il calcolo del limite di peso (NIOSH)
* Indicatori di rischio e azioni conseguenti
Patologie correlate alla MMC
Modulo 13 - Rischio tossicologico
Rischi tossicologico
* Valutazione attraverso l'uso dei valori limite occupazionali
* Valutazione senza l'ausilio dei valori limite
* Valutazione dell'esposizione cutanea
Rischio di incendio e/o esplosione
* Norme CEI EN 60079-10 (classificazione dei luoghi pericolosi)
* Norme CEI 31-35 e CEI 31-35/A (guida alla norma CEI EN 60079-10) Rischio di esplosione
* Norme CEI 62-2 prescrizioni specifiche per la presenza di polveri infiammabili e sostanze esplosive)
* Direttiva 1999/92/CE del 16/12/1999 prescrizioni minime per il miglioramento della tutela della sicurezza e
della salute dei lavoratori che possono essere esposti a rischio specifico di atmosfere esplosive
Modulo 14 - Ambienti controllati
Ambienti confinati
* Definizioni e caratteristiche ed esempi di 'Spazi Confinati'.
* D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (art. 66 - Allegato IV)
* Obblighi dei soggetti responsabili
* Principali Rischi e Pericoli
* Misure di prevenzione e protezione
* La gestione delle emergenze negli spazi confinati
* Camere iperbariche
* Sale operatorie
* Aree di produzione
* Radon
Modulo 15 - Esercitazione finale
Applicazione pratiche della matrice su un modello predisposto e su singoli casi aziendali.
Test di verifica finale dell'apprendimento